Elena Casati

ELENA CASATI

Una giovane donna con la passione per la moda sin da bambina, trasmessagli da sua nonna Angela, sarta di professione, che le ha insegnato ad amare quel mondo fatto di ago e filo e tanta fantasia; da lì iniziano i suoi sogni.

Questo è solo l’inizio della storia di Elena Casati, fulcro del marchio omonimo, che ha tessuto le fondamenta di un’azienda individuale che punta a migliorarsi giorno per giorno, con l’obiettivo di conquistare il pubblico femminile, per mezzo della sua creatività, della sua particolare attenzione al dettaglio e del suo stile.

Tutto ha origine in un piccolo borgo della provincia di Milano, dove Elena nasce nel maggio del 1985, primogenita di una famiglia di fabbri artigiani, che le hanno sempre trasmesso l’importanza di essere fieri ed orgogliosi dei propri progetti e a lottare per realizzare le proprie aspirazioni.

Il primo serio approccio con la moda avviene nel 2004 quando, conseguito il diploma di geometra, intraprende gli studi di Fashion Designer presso l’istituto Marangoni di Milano, conclusi nel 2008, durante questo periodo lavora anche come commessa, ruolo in cui ha fatto tesoro di ogni insegnamento, per capire meglio i desideri e le scelte delle consumatrici.

Avvia la sua formazione professionale grazie alle varie esperienze negli uffici stile, e cresce in aziende che ha vissuto a 360°, dove ha avuto la possibilità e la fortuna di poter gestire non solo la parte stilistica ma anche quella grafica-pubblicitaria, di coordinamento fornitori, ordini ed agenti e controllo qualità di prototipi e produzione; si specializza nell’accessorio, durante il periodo lavorativo presso l’Atelier Fix Design, partendo da assistente d’ufficio stile fino a raggiungere il ruolo di responsabile di settore. L’acquisizione di queste competenze le hanno dato la sicurezza e gli strumenti fondamentali per attuare il suo progetto.

Nel febbraio 2014 inizia quindi la sua nuova avventura, realizzando la prima linea di borse “handmade in Italy” firmate Elena Casati.

Nasce tutto dalla selezione attenta dei materiali: coordina preziosi jacquard con tessuti più grezzi e, ricerca dopo ricerca, abbina passamanerie e metalleria di alta qualità italiana; chiude il cerchio l’ulteriore personalizzazione all’esterno della borsa, tramite la placca cucita a mano con il logo inciso e all’interno il marchio con etichetta tessuta in alta definizione.

Seguendo inoltre la filosofia di una moda etica, Elena Casati non utilizza e non utilizzerà mai, capi con pellicce e pelli animali nelle collezioni. Un impegno che ha siglato tramite l’autocertificazione al Fur Free Retailer Program, in collaborazione con LAV (Lega Anti Vivisezione). Si tratta di un programma nato allo scopo di promuovere politiche di commercio che rispettino i diritti degli animali, in primis con l’eliminazione di articoli che contengono pellicce di origine animale.

La qualità e particolarità dei materiali, l’artigianalità italiana e lo stile personale rendono la linea Elena Casati fresca e nuova, unica nel suo genere.